Suzuki GSX R 1000

SuzukiGSXR1000K9.jpg

La superbike della Suzuki era stata rinnovata nel 2008, e ultimamente la casa di Hamamatsu ci aveva abituato a rinnovare la propria gamma ogni due anni, ma pare che l’azienda giapponese abbia allungato il periodo a tre anni, quindi ci aspetteremo un modello ricco di cambiamenti tecnici ed estetici per il 2011. Questo comporterà una buona tenuta dell’attuale modello nel mercato dell’usato.

Il motore resta il quattro cilindri in linea, da litro, con quattro valvole per cilindro, capace di erogare 185 CV a 12.000 giri, quindici in meno della concorrente Kawasaki Ninja ZX-10R. La forcella anteriore e il mono posteiore sono della Showa, entrambi dotati di regolazioni per un fine setup della moto.
 

 

 

 

 

SuzukiGsxr1000se-G.jpg

 

L’impianto frenante sarà composto da un doppio disco anteriore e singolo posteriore con pinze radiali della Tokiko. Come per il modello del 2009 la frizione sarà antisaltellamento e lo scarico con doppio terminale.

 

Non c’ è nulla di particolarmente eclatante nella Suzuki GSX-R 1000, ma tra tutte le sue parti regna un’ ottima armonia e questo è il suo punto forte, sia dal lato estetico, sia da quello delle prestazione. Nell’ estetica la fanno da padrone le forme spigolose, a partire dal voluminoso cupolino, che ingloba la singola parabola del gruppo ottico. Belli e di ottima fattura gli specchi retrovisori, che inglobano i segnalatori di direzione anteriori e, tramite un pratico snodo, sono comodi da ripiegare quando si parcheggia la moto in garage o la si carica sul furgone.

Sul manubrio della Suzuki GSX-R 1000 vi è una leva frizione a comando meccanico, senza regolazione della distanza e una pompa freno radiale regolabile su 6 posizioni e con vaschetta olio separata. Parlando di qualità dei componenti si viaggia su livelli alti, ne è un buon esempio la forcella big piston Showa di 43 mm di diametro, che vanta un sistema interno di smorzamento a pistone unico, che offre una notevole riduzione del peso.

suzuki-gsx-r-1000-k9_2.jpg

Il motore della Suzuki GSX-R 1000 è un quattro cilindri in linea, 4 tempi, raffreddamento a liquido, le prestazioni dichiarate parlano di una potenza all’ albero 136, 1 kW (185,1 CV) a 12.000 giri/min, coppia all’ albero 116,7 Nm (11.9 kgm) a 10.000 giri/min.

Questa suzuki è dotata di un ottimo telaio in grado di tenere a bada la cavalleria del motore. Anche i freni sono molto buoni (ma migliorabili). L’impostazione di guida è caricata in avanti, perfetta per l’utilizzo in pista (ambiente ideale per questa moto) ma scomoda per i lunghi tratti in strada

Come su tutte le giapponesi, anche per Suzuki GSX-R 1000 la postura del pilota non è estrema e volge un occhio al comfort, grazie al manubrio posizionato non troppo in basso rispetto alla sella e alle pedane, con possibilità di regolazione, che possono essere alzate o arretrate scegliendo tra 3 diverse posizioni. Notevole la dimensione del cupolino, a garanzia di un’ ottimale protezione dell’ aria.

 

Vi consiglio come primo intervento di cambiare i tubi freno con un kit di tubi aeronautici e le gomme di serie con una gomma tipo Diablo Corsa o meglio ancora Supercorsa.
Se avete intenzione di spremere a fondo la moto montate anche un ammortizzatore di sterzo serio 

 

 

 

suzuki-gsx-r-1000-k10_2.jpgIl prezzo della Suzuki GSX-R 1000 è di 14.980 euro franco concessionario, garanzia 2 anni, omologata Euro 3.

Suzuki GSX R 1000ultima modifica: 2010-11-25T19:33:00+01:00da rebirth10
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Suzuki GSX R 1000

I commenti sono chiusi.